Sapevamo quanto fosse tosta Ana Carrasco ma, specialmente negli ultimi mesi, abbiamo veramente realizzato i valori di forza e tenacia della Pink Warrior spagnola, capace di rialzare fisico e morale dopo un brutto incidente rimediato in allenamento.

Operazioni, fisioterapia, esercizi... e contratto firmato: la campionessa Supersport 2018 continuerà anche nel 2021 sotto le insegne del team Provec, che le affiderà una Kawasaki Ninja per affrontare la Supersport 300, categoria che la racconta come unica pilota di sesso femminile ad aver vinto il titolo.

Ana rimane quindi in verde, nel frattempo allenandosi per ritrovare piena forma: "Ricordo il 2018 come una stagione per me molto speciale - le parole della Carrasco - mi sembra quasi ieri. Vincere il mondiale 300 ha cambiato la mia vita, per sempre. Sono diventato un simbolo per le altre ragazze che desiderano realizzare i propri sogni. In griglia sono un corridore come tutti gli altri, non una donna, bensì un concorrente".

La Carrasco si prepara al 2021: "Voglio vincere ancora"


Non è facile, però vale la pena provarci. Perché lei non si arrende mai. Scampato il pericolo, Ana si allena come Soldato Jane, nell'obiettivo unico, il più interessante: "Ambisco a vincere il campionato per la seconda volta - afferma - il mio impegno è rivolto a quello. Voglio ringraziare Kawasaki, il team Provec, gli sponsor ed i sostenitori. Nonostante Covid ed infortunio, le parti continuano a seguirci".

Niente rivoluzione per la Supersport 600: modifiche al regolamento rimandate