Comincia sempre più a delinearsi lo schieramento della Supersport, dato che anche la squadra Campione del Mondo in carica, il team Bardahl Evan Bros., ha ufficializzato un nuovo pilota per la prossima stagione. Trattasi di Steven Odendaal, passato proprio l’anno scorso in WorldSSP dopo alcune stagioni tra CEV e mondiale Moto2.

Odendaal: "Colpito da passione e impegno del team"


Nella sua stagione di debutto nel paddock Sbk, disputata con il team EAB, il sudafricano ha mostrato buone cose, terminando quinto in classifica generale ed ottenendo due quarti posti come miglior piazzamento in gara. “Sono davvero felice di entrare a far parte del team campione in carica - spiega Odendaal - e sono sicuro che la prossima stagione faremo insieme un eccellente lavoro. Non sarà facile replicare i risultati che il team ha ottenuto nelle ultime due annate, ma il potenziale per farlo certamente non manca”.

Il neo pilota del team azzurro ha già potuto visitare il reparto corse della squadra, situato a Ravenna, e non nasconde il grande stupore provato.

“Ho potuto visitare il reparto corse del team e sono rimasto davvero colpito: tutta la squadra lavora con grande passione ed impegno, che sono gli ingredienti fondamentali per raggiungere il nostro obiettivo comune”.

Evangelista: “Una nuova e stimolante sfida”


Sul ponte di comando del team che da due stagioni domina la categoria c’è ovviamente il team principal Fabio Evangelista, che conferma la voglio del team Bardahl Evan Bros di confermarsi al top.

“Siamo molto felici di accogliere Steven nella nostra squadra: avere un pilota sudafricano in squadra è molto stimolante, e rappresenta una sfida nuova ed intrigante. Le ultime due stagioni sono state per noi dense di soddisfazioni, la nostra passione e voglia di migliorare non è diminuita, bensì è probabilmente raddoppiata. Steven è un pilota esperto, che ha senza dubbio le carte in regola per essere tra i protagonisti: speriamo di aiutarlo ad emulare le gesta di due suoi grandi connazionali del mondo a due ruote come Greg Albertyn e Kork Ballington. Il primo test non è ancora in programma - conclude Evangelista - a causa della difficile situazione che stiamo vivendo, ma non vediamo l’ora di tornare in pista!”.

SSP600, Caricasulo: "Un passo indietro per farne due in avanti"