Sin dal giorno della sua vittoria del titolo italiano Supersport 2020 in tanti avevano immaginato un futuro nel mondiale di categoria per Luca Bernardi, ma il passare delle settimane e l’apparente mancanza di un accordo sembravano aver interrotto il naturale sviluppo delle cose. Le feste natalizie invece hanno portato in dote un importante cambio di trama per il giovane pilota sammarinese, che l’anno prossima debutterà proprio nel mondiale Supersport, in sella ad una Yamaha R6.

A regalare tale opportunità al classe 2001 è il team CM Racing, anch’esso al debutto in categoria, che potrà contare sul supporto tecnico del team Bardahl Evan Bros, campione del mondo WorldSSP nelle ultime due stagioni. Un passo in avanti notevole dunque per la struttura di Alessio Cavaliere, che dopo aver disputato i primi due round del CIV Supersport con Kevin Manfredi ed MV Agusta, ha deciso di puntare tutto (a livello nazionale) sulla SS300, fino alla conquista del titolo con Manuel Bastianelli. Parallelamente il team ha supportato Manfredi nel suo nuovo impegno nell’europeo Supersport, ed anche in questo caso a fine stagione è arrivato il titolo.

Bernardi: "Sono entusiasta al pensiero di correre in Supersport"

“Sono davvero orgoglioso di poter annunciare ufficialmente la nascita di questo progetto racconta il Team Principal Cavaliere - che rappresenta una sfida nuova ed intrigante. La nostra volontà è quella di crescere, ed il debutto nel campionato World Supersport è il modo perfetto per farlo. Sarà una stagione lunga ed impegnativa, che non vedo l’ora di vivere insieme a tutta la squadra, a cominciare dal nostro pilota Luca Bernardi, che cercheremo di supportare nel migliore dei modi”.

Il più emozionato è ovviamente Luca Bernardi, che torna in pianta stabile nel paddock SBK dopo aver disputato l’intera stagione 2018 in Supersport300. “Sono davvero entusiasta al pensiero di debuttare nel campionato WorldSSP insieme al team CM Racing. Per me sarà certamente una stagione di apprendistato, dato che il livello della categoria è senza dubbio molto alto, ma voglio al contempo fare di tutto per regalare quante più soddisfazioni possibili alla squadra. Ora mi aspettano alcuni mesi di duro allenamento, per arrivare ai primi test stagionali nelle migliori condizioni”.

Per quanto riguarda la struttura tecnica infine, oltre al già citato supporto tecnico del team Bardahl Evan Bros., sarà Manuel Cappelletti (campione nel 2019 proprio con il team ravennate) a dirigere il team, nelle vesti di Team Director. “Il nostro obiettivo per la stagione 2021 è quello di aiutare il nostro pilota Luca Bernardi a progredire, e sono sicuro che gli ingredienti per farlo ci siano tutti - conclude Cappelletti - quindi sono molto felice di essere parte integrante di questo progetto”.

SBK, esclusiva Barnabò: “Per Rabat la moto è la sua vita”