Quando la notizia è arrivata, credevamo che questa fosse solo uno scherzo. Invece, il fatto che Michel Fabrizio torni a correre nel Mondiale Supersport è pura e bella realtà: l'ex pilota - anzi, il pilota - romano, 36 anni compiuti lo scorso 17 settembre, rientrerà in un paddock che gli ha regalato parecchie soddisfazioni iridate. 

La Supersport 600, classe di mezzo del panorama SBK, riaccoglie il talento di Frascati, sul podio di categoria in cinque occasioni nel 2005, campionato disputato con la Honda CBR del team Megabike. Poco dopo ci fu il salto in Superbike, per risultati davvero importanti.

Quatto gare vinte, 35 podi complessivi ed il ruolo di protagonista della serie, per almeno quattro stagioni complete. Oltretutto, Michel annovera presenze nel Motomondiale, tra 125 e MotoGP. I chilometri percorsi nel Campionato Italiano Velocità sembrano gli ultimi per lu, invece...

Michel svela: "Dal divano, mi ritrovo al Mondiale"


Fabrizio stava trascorrendo le festività natalizie tranquillamente. Forse troppo tranquillamente. Sdraiato sul divano e con il telofono in mano, è partita la sfida 2021: "Parlavo con un amico - racconta - chiedendogli con quale team si sarebbe potuto vincere. Lui non capiva, così io gli ho spiegato che volevo tornare a correre. Sicché, ecco il nome che volevo: Puccetti".

Michel e complici hanno organizzato tutto: "Trovato l'appoggio degli sponsor Petroli Firenze e DGM, siamo andati alla volta di Reggio Emilia - continua - da Manuel, appunto. Anziché tentennare, abbiamo subito pianificato il programma di test ed il lavoro da fare. Regnava la sensazione che il progetto fosse in corso da tempo, ma era appena una bozza".

Nasce quindi il MotoZoo Racing by Puccetti, per una fusione di professionalità: "Fabio Uccelli è il mio tecnico - le parole dell'esperto pilota - perché mi seguiva già dai tempi vincenti in Suzuki, quando centrammo il titolo Superstock. Puccetti ci fornirà la ZX-6R con cui Mahias ed Oettl hanno ben figurato nel 2020. Il sogno è portarla a podio più volte".

Manuel Puccetti: "Siamo tre matti"


Sapevamo bene quanto Manuel sa appassionato di corse, ma questa nuova collaborazione batte tutte le altre. Il manager del Puccetti Racing, oltre a seguire Lucas Mahias in Superbike, Phillip Oettl e Can Oncu in Supersport, sempre nella classe di mezzo avrà occhi di riguardo per Fabrizio: "Siamo matti - scherza, ma non troppo - sì, siamo tre matti".

Matti che sanno bene cosa e come fare: "Fornirò moto con cui Lucas Mahias e Philipp Oettl hanno ottenuto risultati di altissimo livello - conferma - il fatto che Fabrizio torni in una competizione Mondiale, è una bella notizia per tutto il movimento, perché parliamo di un pilota che ha battuto miti come Ben Spies, Max Biaggi, Noryiuki Haga, Troy Corser, James Toseland e Johnny Rea".

Infine, un particolare davvero originale: "Le ZX-6R saranno due - parla del progetto - perciò il team MotoZoo Racing by Puccetti avrà anche un pilota giapponese e quando ho saputo il suo cognome, non ci potevo credere. Si chiama Shogo Kawasaki. Ebbene sì. Ci rendiamo conto, un Kawasaki che guida una Kawasaki. Fantastico".

Fabio Uccelli, il tecnico di fiducia


La sede del MotoZoo Racing by Puccetti è in Brianza, a Merate. Il factotum Fabio Uccelli si occuperà delle Ninja di Fabrizio e Kawasaki: "Un bell'impegno, ma siamo felici - le sue parole - perché possiamo tornare a correre insieme dopo anni di conoscenza. Dal 2003 vincente con Alstare ad oggi, io e Michel siamo rimasti amici e pure colleghi, il nostro è un rapporto di fiducia".

Gli obiettivi? Gli stessi che il pilota romano ha palesato dal suo divano: "La nostra è una ambizione importante - ed è vero - infatti lavoreremo sodo per arrivare preparati al campionato. Faremo dei test ad anticipare gli eventi ufficiali, nel quali cercheremo basi di assetto valide per tutte le piste. Non vediamo l'ora di cominciare".

AMA Supercross di Houston nel segno di Justin Barcia