Arriva come un fulmine a ciel sereno la decisione di Sharni Pinfold, 25enne australiana, di lasciare il mondo delle corse nonostante un contratto con il team RT Motorsport Kawasaki per disputare la Supersport 300 del campionato tedesco. 

In un post sul suo profilo Instagram che comprende anche la lettera di motivazioni alla base della decisione, la bella australiana dice di ritirarsi per via delle discriminazioni subite in quanto donna, cosa che non sarebbe successa se fosse stata del sesso opposto. L’australiana parla di mancanza di rispetto e trattamenti dispregiativi nei suoi confronti alla base della scelta di dire basta.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sharni Pinfold (@sharnipinfold)

La decisione di Sharni di lasciare per sempre il Motosport ricalca purtroppo le difficoltà delle donne ad emergere nel mondo dei motori e nell'essere trattate al pari degli uomini. Una tematica che accomuna, chi più chi meno, un po' tutte le ragazze che hanno scelto di intraprendere la carriera di pilota e che nel caso di Sharni si è rivelata un ostacolo tanto grande da indurla a lasciar perdere.

Dispiace sempre quando un pilota è costretto ad alzare bandiera bianca ancora in giovane età e con tanto ancora da dare al Motorsport. In questo caso le ragioni sono rispettabilissime e Sharni vuole dare un segnale al movimento femminile nel Motorsport, sperando che nessun'altra debba sentirsi costretta a seguire il suo esempio.

SSP300: RT Motorsports cambia sponsor svelando livrea e line up 2021