Da Kawasaki a Yamaha, in un passaggio che lo vedrà sicuro protagonista della folta e combattuta Supersport 300 iridata. Kevin Sabatucci, lasciato il GP Project team e la Ninja 400, salta sulla R3 della squadra allestita da Angel, papà di Maverick Vinales, per un team omonimo e pronto a dare subito battaglia.

Il pilota marchigiano si sta allenando in Spagna, dove trova condizioni di meteo ideali: "Qui sembra primavera da settimane - racconta - con sole e temperature superiori a venti gradi. Ogni giorno di lavoro è fondamentale, perché voglio arrivare pronto alla sfida 2021. Costituiamo un bel gruppo, impegnato nella stessa direzione".

Sabatucci si riferisce alla famiglia catalana, una delle più racing dei paddock mondiali: "Sono proprio brave persone - svela - Maverick è uno dei piloti più umili che io conosca. Lui ti ascolta e aiuta sempre, fornendo consigli utilissimi. E poi, è bello girare in pista con lui che, tra l'altro, si adatta subito ad ogni moto. Impressionante. Appena monta in sella, è già velocissimo e disinvolto".

Il più esperto è pure quello più giovanile della banda. Kevin spiega perché: "Il papà di Maverick, Angel, è un matto, ma di quelli buoni. Sto benissimo in questo team ed il mio compagno di squadra è cugino di Maverick, bravo pure lui. Anche Isaac, è al top. Mi sento assolutamente contento della scelta fatta quest'anno, perchè sono sempre in moto, per allenamenti preparativi davvero proficui. Andiamo nei kartodromi, migliorando stile di guida ed altri dettagli. Proviamo anche il passo gara ed il giro secco. Inoltre, simuliamo bagarre e duelli veri e propri. Uniamo divertimento, adattamento e preparazione. L'ambiente è fantastico".

Pirelli e Dorna, partnership vincente della SBK