Dopo una lunga attesa, è finalmente arrivato il primo weekend di gara della stagione 2021 anche per le derivate di serie, con Superbike, Supersport 600 e Supersport 300 pronte a dare spettacolo al Motorland di Aragòn. Nella classe intermedia, saranno numerosi i piloti italiani, ben nove, con nomi altisonanti di grande esperienza che andranno a caccia del titolo e giovani promesse pronte a brillare all'esordio nella categoria.

Le punte di diamante saranno due volti noti della categoria come Raffaele De Rosa e Federico Caricasulo. Il primo, dopo diversi anni in MV Agusta, è passato al team Orelac Kawasaki e punterà senza mezzi termini alle posizioni di vertice una volta prese le misure di un mezzo così diverso rispetto al precedente. Discorso analogo per il “Carica”, che dopo una parentesi in Superbike lo scorso anno, è tornato nella categoria di mezzo in sella al team GMT94 con il chiaro obiettivo di vincere quel titolo già sfiorato nel 2019.

SBK, ad Aragòn si apre la "cacciagione" 2021

Il ritorno in Gara di Michel Fabrizio


Un altro pilota che non passerà inosservato sarà Michel Fabrizio, pronto a vivere una seconda giovinezza con la Kawasaki del team Motozoo. Il 36enne di Frascati ha già avuto modo di riprendere confidenza con i campi di gara in occasione delle prime tappe del CIV e avrà come obiettivo primario quello di tornare a divertirsi in moto, puntando tuttavia a buoni risultati degni di un nome ben conosciuto nel mondo delle due ruote.

SBK, Honda: è arrivato il momento di fare sul serio

Gli altri “azzurri” pronti a brillare


Dopo essersi laureato campione europeo lo scorso anno, Kevin Manfredi tenterà di occupare le posizioni che contano con l'ormai consolidato binomio Yamaha-AltoGo con cui corre anche nel CIV e, a proposito di campionato tricolore, ci sarà grande curiosità anche per il sammarinese Luca Bernardi, dominatore della categoria lo scorso anno e già velocissimo nei test prestagionali con il team CM Racing.

Due italiani con un gran voglia di riscatto dopo un 2020 non semplice saranno Federico Fuligni e Luigi Montella, mentre sarà tutto nuovo per Davide Pizzoli e Leonardo Taccini, entrambi in arrivo dalla classe Moto3, che cercheranno immediatamente di trovare i riferimenti della nuova classe in un tracciato ben noto come quello spagnolo.

SBK, i "giri della discordia": Ducati ancora al top