“Nothing can stop Niki Tuuli today!” Il primo venerdì di libere per il Mondiale Supersport si chiude esattamente come questa mattina, ovvero con il finlandese della MV Agusta davanti alle Yamaha di Odendaal e Cluzel.

Il finlandese è stato l’unico a girare nel pomeriggio sotto il piede del 55: 1’54”997 per la MV Agusta, sei decimi più lento del tempo fatto segnare la mattina con temperatura più fresca sia di aria che di asfalto. 

Esattamente come successo per la Supersport 300, le temperature più altre del pomeriggio hanno portato ad un peggioramento dei tempi, tanto che sono stati considerati “buoni” quelli più veloci della mattina. 

Nessun sussulto degno di nota nel turno del pomeriggio se non una selva di giri cancellati (Caricasulo, Manfredi, Montella, Soomer) ed una caduta di Takala in curva 3 pochi minuti prima della fine del turno.

Quarto tempo per Krummenacher davanti a De Rosa, Oettl e Caricasulo, poi Aegerter, Soomer e Manu Gonzalez a chiudere la top 10.

Seguono Bergman, Bernardi, Manfredi, Alcoba e Fuligni in 15^ posizione. Poi Takala, Oncu, Maria Herrera, reduce dalla operazione al braccio e dalla gara MotoE in Francia (come Aegerter), Pizzoli, Fabrizio, Gradinger, Montella, Hendra Pratama, Frossard, Szkopek, Taccini, Webb e Kawasaki.

Classifica FP2

 

Classifica combinata FP1+FP2


Visti i tempi alti del pomeriggio, ai fini della classifica combinata vengono tenuti in considerazione quelli della mattina con temperatura più fresca. Abbiamo quindi Tuuli, Odendaal, Oettl, Cluzel, Caricasulo, Aegerter, Bergman, Krummenacher, Alcoba, De Rosa i primi 10.

Seguono Soomer, Pizzoli, Gonzalez, Fuligni, Bernardi, Manfredi, Takala, Oncu, Herrera, Montella, Gradinger, Fabrizio, Webb, Szkopek, Frossard, Hendra Pratama, Taccini, Kawasaki.

SSP600 Aragon: Tuuli e MV "gelano" gli avversari nelle FP1