Anche la Supersport ha dato spettacolo in Portogallo. In due sessioni cronometrate, il computo di giornata vede lo svizzero Dominique Aegerter svettare con la Yamaha preparata dal team Ten Kate. L'ex Moto2 - attualmente impegnato pure nella MotoE - ha siglato il crono di 1'40"571, valevole di leadership finale.

Il duo GMT94 insegue a ruota: Jules Cluzel e Federico Caricasulo (l'italiano è stato il più veloce della mattinata) sono ad un soffio dal rivale parimarca, prenotando un posto sui podi di domani e domenica. Perché no, magari sui gradini più alti. Entrambi dovranno fare i conti anche con una Ninja.

In sella alla Verdona c'è Philipp Oettl, tedesco Puccetti Kawasaki, sempre molto forte e concreto. Manuel Gonzalez cresce bene insieme a ParkinGo, Cristoffer Bergman ha sfiorato il colpaccio ad Aragòn. Doppio colpo quello di Steven Odendaal al Motorland, oggi settimo.

Gli italiani all'Estoril


Raffaele De Rosa è decimo con la Ninja Orelac, portata sul podio di Aragòn. Luca Bernardi è undicesimo e pure lui cresce bene, anzi, benissimo: la pista non lo sta mettendo in difficoltà. Michel Fabrizio, esperto ed "anziano" della griglia, è quattordicesimo, sicché, in una ipotetica zona punti.

Sedicesimo Davide Pizzoli, meglio di lui Kevin Manfredi che, ricordiamolo, è campione Europeo in carica di categoria. Federico Fuligni ha il diciottesimo crono, Luigi Montella e Leonardo Taccini ricoprono rispettivamente le posizioni numero ventitrè e ventiquattro. 

La classifica


Valentino Rossi nella MotoGP del Mugello: "Qualcosa non funziona come dovrebbe"