La gioia di Steven Odendaal si è spenta poco dopo il traguardo di Gara 2. Transitato per primo sotto alla bandiera a scacchi, prima di raggiungere il parco chiuso, il pilota del team Evan Bros si è visto strappare la vittoria conquistata sul campo con una penalità di tre secondi. Un provvedimento inferto al sudafricano per non aver scontato un Long Lap Penalty dopo aver infranto i limiti della pista, che ha di fatto consegnato a Dominique Aegerter il secondo successo del weekend. Una doccia gelata per Steven, che a Misano ha perso la vetta della classifica iridata, proprio a vantaggio dello svizzero.

"Abbiamo lottato duramente in gara. E quando hanno dato bandiera rossa, non è stato così semplice restare concentrati, ma abbiamo mantenuto il focus e siamo ritornati ancora più forti nella seconda parte della corsa", racconta Steven dopo aver smaltito la delusione.

"È stato un peccato, perché sinceramente non ne avevo idea - ammette commentando la penalità -. Sapevo di aver ecceduto i limiti della pista una volta, ma non avevo segnalazioni sul dashboard. È andata così. Si tratta di qualcosa su cui non abbiamo alcun controllo e sfortunatamente abbiamo perso la gara oggi. Quanto successo dà alla nostra squadra ancora più motivazione per lottare. Torneremo più forti".

Appuntameto ad Assen


Con le classi Supersport che salteranno la trasferta a Donington Park, la prima occasione utile per il riscatto sarà il Round in Olanda, su un tracciato che piace al sudafricano.

"Assen è una pista veloce, che si adatta bene al mio stile - spiega -. Ci sono un sacco di curve veloci e sono molto elettrizzato per questa gara. Con sei settimane di pausa, penso che la mia spalla guarirà completamente, permettendomi di essere molto forte. Non vedo l'ora di disputare la prossima gara e voglio ringraziare la squadra per il fantastico lavoro di questo weekend. La moto è migliorata tanto ieri e sono molto felice". 

"Sfortunatamente abbiamo perso la leadership questo weekend, ma il campionato è lungo e dobbiamo soltanto restare concentrati e fare più punti che possiamo".