E' stata una Superpole senza particolari colpi di scena quella vista ad Assen per la categoria Supersport. L'attuale leader Dominique Aegerter, che era stato velocissimo anche nel venerdì di prove libere, ha continuato a dominare andando a firmare la pole position con il tempo di 1:37.222, registrando il record della pista. Peccato per una caduta di Caricasulo a pochi minuti dallo scadere del tempo mentre stava portando a termine il giro lanciato.

La griglia di partenza

E' ancora dominio Aegerter quello visto nelle qualifiche di Assen. Il pilota del Ten Kate Racing Yamaha oltre alla pole ha messo a segno anche il record della pista andando a chiudere davanti a Steven Odendaal e al tedesco Phillip Oettl. Il tedesco del Kawasaki Puccetti Racing ha subito una penalità per aver ecceduto i limiti della pista passando da secondo a terzo. A scattare dalla quarta posizione in griglia sarà invece Hannes Soomer caduto per una chiusura di anteriore verso metà turno ma riuscito a rilanciarsi per un time attack finale. A seguire, Manuel Gonzalez partirà quinto, Randy Krummenacher sesto e Jules Cluzel settimo. L'ottava piazza, spetterà poi all'italiano Raffaele De Rosa che sarà seguito a ruota da Federico Caricasulo: la caduta ha senz'altro penalizzato il pilota GMT94 Yamaha ma nonostante questa, vista la sua velocità in pista, avrà sicuramente modo di recuperare posizioni durante la gara (qui tutti gli orari). Decimo posto, infine, per Niki Tuuli con un secondo e due di distacco dal primo.

Per quanto riguarda gli altri italiani, da segnalare l'undicesimo tempo del sammarinese Luca Bernardi, il sedicesimo di Kevin Manfredi, il diciottesimo di Mattia Casadei, il diciannovesimo di Michel Fabrizio, il ventesimo di Leonardo Taccini e il ventinovesimo di Luigi Montella.

La classifica

SBK Assen: Redding si prende le FP3 davanti a Razgatlioglu