Il sesto posto del GP di Magny-Cours rappresenta il secondo miglior risultato stagionale per Alvaro Bautista, che dunque, alla luce di un'annata particolarmente difficile, può ritenersi soddisfatto della gara. Una prestazione frutto di una rimonta che lo ha portato a mettersi alle spalle le due Ducati di Davies e Bassani. Un sesto posto che dà fiducia allo spagnolo, che l'anno prossimo tornerà proprio sulla moto di Borgo Panigale.

Bautista tornerà sulla rossa: "La Ducati? Non so se sarà come due anni fa"


Il risultato di Magny-Cours regala un accenno di sorriso ad Alvaro Bautista, in una stagione decisamente complicata con la moto giapponese. Lo spagnolo resta concentrato sul campionato, anche se non possono mancare i riferimenti al ritorno in Ducati: "Sono felice per la prossima stagione, anche se al momento sono concentrato esclusivamente su questa. La Ducati? Non so se sarà la stessa di due anni fa". 

Tornando alla corsa, i miglioramenti sulla moto si sono visti, anche se per Bautista non è ancora abbastanza: "Ho lavorato un po' sul set-up, ma non ho cambiato molto sulla moto dall’ultima gara. Il nostro passo era buono, ma dobbiamo migliorare. Con gomme nuove sono stato veloce, anche se gli altri sfruttano al cento per cento la gomma mentre noi all’ottanta per cento. Dobbiamo migliorare perché non potevo spingere tanto dall’inizio".

La prossima settimana lo attende un test a Jerez: "Non mi aspetto grossi miglioramenti, il mio obiettivo è migliorare la moto, provando a dare il massimo, la prossima settimana avremo un test a Jerez per provare delle nuove cose. Se tutto andrà bene, potremmo guadagnare un paio di decimi per avvicinarci al podio".

Infine, arrivano i complimenti per il primo podio dell'Aprilia in MotoGP, per lui che salì in sella alla moto di Noale nell'anno del ritorno della casa italiana nella top class: “Non sono sorpreso per il loro podio. Sono felice per loro, hanno lavorato duramente”.

SBK Magny-Cours, Rea: “Questo sabato è stato come un giorno di scuola”