Sorride alla Yamaha il venerdì di libere della 300 a Barcellona. Bahattin Sofuoglu, nipote del plurititolato Kenan, ha stampato il miglior tempo sia nelle FP1 che nelle FP2 risultando il migliore di giornata nel combinato delle due sessioni. Il turco ha preceduto per 108 millesimi l’unica KTM in pista, quella dell’olandese Victor Steeman

Peraltro Sofuoglu e Steeman sono stati gli unici a girare sotto il 57: 56”8 per il turco e 56”9 per l’olandese, segno di grande competitività sul tracciato catalano sia di Yamaha che di KTM. 

La prima Kawasaki in classifica è quella di Tom Booth-Amos, terzo a 390 millesimi dalla Yamaha #54. Poi Di Sora a un niente (61 millesimi) dall’inglese, quindi il pilota di casa Diaz Cerran con la Yamaha e il campione in carica Jeffrey Buis in sesta posizione. Settimo e migliore degli italiani ancora una volta Gabriele Mastroluca a precedere Iglesias e Mirko Gennai con Meuffels a chiudere la top 10.

Adrian Huertas, attuale leader della classifica, è solo 13° dietro anche a Ruiz e Loureiro e precede Carrion, Mogeda, Okaya, Perez Gonzalez, Konig, Markarian e Bijman per i primi 20. Bijman è anche l’ultimo del plotone di piloti con il passo del 56. 

Apre la lista dei piloti che hanno girato in 57" lo spagnolo Marc Garcia seguito da Meikon Kawakami, Svoboda, Sabatucci, Sanchez Tamayo, Lehman, Coppola, Ton Kawakami, Carrasco, Khouri, Gimbert, Zanca, Berta Vinales, Rodriguez Nunez, Gaggi. 

Chiudono Llambias, De Vleeschauwer, Sainz Marquez, Frappola, Palazzi, Romero, Offer, Duarte e Mika Perez, chiamato da ProDina a sostituire De Cancellis, infortunatosi nel turno della mattina.

Classifica combinata FP1+FP2


SSP300: Booth-Amos, a Barcellona per rovinare la festa di Huertas