SSP300 Jerez: Bahattin Sofuoglu fa il vuoto e vince gara-2

SSP300 Jerez: Bahattin Sofuoglu fa il vuoto e vince gara-2© GPAgency

Il turco ripercorre le orme di Toprak Razgatlioglu in Superbike e domina la seconda gara della Supersport 300. Buis, penalizzato chiude quarto, Huertas invece finisce a terra insieme a Di Sora. Il campionato si deciderà a Portimao il prossimo weekend

26 settembre

E’ Yamaha a sorridere anche in Supersport 300 dopo averlo fatto due volte in Superbike con Toprak Razgatlioglu. Bahattin Sofuoglu domina la gara e centra la seconda vittoria consecutiva dopo Barcellona portandosi al quinto posto in campionato. Buis chiude al quarto posto e con Huertas ritirato riduce a 36 punti il distacco dal compagno di box.

La gara


Con il cuore pesante per quanto successo ieri, la Supersport 300 prende il via per la seconda gara del weekend. Sofuoglu parte subito forte con alle spalle Huertas, Iglesias, Garcia e Ieraci. Nelle prime battute di gara è un continuo scambio di posizioni tra Huertas e Bahattin Sofuoglu fino all’errore alla curva Dry Sac dello spagnolo che va lungo e perde posizioni. Alfonso Coppola finisce fuori subito.

Dal canto suo il turco inizia a mettere dei metri tra sé e gli avversari che iniziano a darsele per la seconda posizione lasciando il #54 libero di fare la sua gara e scappare via.

Adrian Huertas ha qualche problema a fermare la moto alla curva Dry Sac e finisce ancora lungo perdendo posizioni, scivolando fuori dalla top 10.

Davanti Sofuoglu continua a dettare il suo ritmo mentre dietro di lui battagliano per la seconda e terza posizione. Garcia, Ieraci, Kawakami, Buis se le danno di santa ragione. Qualche piccolo problema ce l’ha anche Buis a fermare la moto.

Ad otto giri dalla fine il colpo di scena che non ti aspetti: fuori Adrian Huertas in un contatto multiplo alla curva Dry Sac innescato da Alvaro Diaz (poi squalificato a fine gara per irresponsible riding)

Con Huertas out, Buis ha la grande occasione per riaprire il campionato in vista di Portimao del prossimo fine settimana.

Sofuoglu in testa è ormai imprendibile, Buis deve fare di tutto per andare secondo e ridurre il suo distacco da Huertas per giocarsela nelle due gare portoghesi.

La bagarre che vede coinvolto Buis con Iglesias, Okaya e Garcia è incredibile. La pressione è tutta sull’olandese che commette qualche errore andando lungo all’ultima curva ma grazie a scia e motore della sua Kawasaki riesce a riportarsi davanti soprattutto alla prima curva. 

Tutto invariato fino ad un piccolo errore ancora di Buis prima dell’inizio dell’ultimo giro. L’olandese esce un po’ largo dall’ultima curva ma riesce a recuperare. 

Ultimo giro


L’ultimo giro inizia con Buis davanti che deve assolutamente difendersi per mantenere il secondo posto che vale oro con Huertas fuori. L’olandese chiude tutte le porte ma finisce sul verde nel tratto finale del circuito e all’ultima curva esce addirittura quarto facendo un “regalo” al suo compagno di squadra. Il podio è di Okaya con Iglesias terzo. All'ultima curva cade uno dei due fratelli Kawakami, Ton per la precisione.

Nel giro di rientro Sabatucci, ex compagno di Dean Berta Vinales, si ferma dai marshall per farsi cambiare il numero e mettere il 25 dello spagnolo.

Al parco chiuso viene effettivamente definito il podio con Iglesias secondo e Okaya terzo. Buis e lo stesso Okaya vengono penalizzati per track limits come Mirko Gennai, migliore degli italiani ed autore di una grandissima rimonta.

Classifica finale


 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi