Da Kawasaki a Yamaha ma, soprattutto, da Orelac a Ten Kate. Il passaggio da ZX-6R a R6 sarà per Leonardo Taccini una novità, come la novità è rappresentata da San Juan de Villicum, tracciato argentino tutto da scoprire, con lo sarà la quattro cilindri con il Marchio di Iwata.

I fratelli Ten Kate non possono portare in Sudamerica Galang Hendra Pratama, quindi hanno bisogno di una seconda punta valida da affiancare a Dominique Aegerter. La scelta ricaduta su Taccini è sensata, poiché egli è un pilota giovane, determinato e già veloce nel suo esordio iridato in Supersport.

Sicché, oltre ad avere nel garage il leader della classifica e pronto a festeggiare il primo titolo di carriera, la formazione con sede nei Paesi Bassi, e già più volte campionessa, godrà della freschezza del sorridente Leo, una delle promesse nostrane con le qualità giuste per fare bene.

Tom Sykes lascia il Mondiale SBK e torna nel BSB