L’argentino in rosso, l’italiano in nero. Leandro Mercado e Raffaele De Rosa sono stati i protagonisti assoluti delle prime tre gare della stagione e partiranno con i favori del pronostico anche a Donington. L’alfiere Ducati è a quota due vittorie (Aragon e Imola) mentre De Rosa si è imposto a Assen ma se il campano è finito sempre sul podio, Mercado “paga” la prestazione sottotono in Olanda (nono posto).

MERCADO VELOCE, DE ROSA COSTANTE - Quando è in giornata, Mercado è sembrato finora il più veloce tra i due ma il campano ha dalla sua la costanza di risultati e il terzo posto centrato l’anno scorso proprio sul circuito britannico. Guidava una Ducati ma anche con la BMW Althea su cui è salito quest’anno sembra trovarsi particolarmente a suo agio.

OCCHIO A YAMAHA E APRILIA - Numerosi i nomi che possono inserirsi nella lotta per la vittoria e per il podio di tappa: da Canepa e Mahias, sostituiti di Marino e Russo sulle Yamaha R1 del Team Pata a Michael Ruben Rinaldi, pronto con l’altra Ducati Aruba.it a riscattare la caduta di Imola. Passando per i due alfieri Aprilia: Kevin Calia ha il morale alto dopo l’ottimo secondo posto conquistato sul circuito di “casa” di Imola mentre più difficile sembra il momento di Roberto Tamburini: il romagnolo è stato uno dei protagonisti del 2015 (l’anno scorso, a Donington, chiuse secondo) ma in questo inizio di stagione non è riuscito a brillare: due ritiri e un quarto posto sono il suo bottino attuale. Partirà da Donington la riscossa?