De Rosa è di nuovo “padrone” della Superstock 1000. Il leader della classifica di campionato si è rivelato il più veloce della seconda sessione di prove libere svolte oggi pomeriggio a Misano.

IN TRE A FARE LA DIFFERENZA - Il campano, in sella alla BMW del Team Althea Racing, ha fermato il cronometro sull’1’37”082, regolando per un decimo di secondo l’altro grande protagonista della giornata odierna, Roberto Tamburini (Aprilia Nuova M2 Racing). Gli azzurri, insieme all’argentino Leandro Mercado (Ducati Aruba.it Racing, in terza posizione a tre decimi) hanno fatto la differenza rispetto agli altri. 

MAHIAS IMPARA IN FRETTA - Il bravo Luca Mahias (sostituto di Marino sulla Yamaha Pata) ha chiuso qaurto ma a oltre sei decimi dal leader della classifica. Seguono Marco Faccani a sette decimi e Kevin Calia a un secondo. La “pattuglia” azzurra è completata, nell’ordine, da Ferrari, Vitali e Mantovani, mentre il campione in carica della Superstock 600, Toprak Razgatlioglu, completa la top ten.

In ritardo, invece, Michael Ruben Rinaldi: l’altro alfiere della Ducati, tra i primi tre nella sessione della mattina, ha concluso le prove del pomeriggio in sedicesima posizione, a oltre un secondo e otto decimi dalla vetta.