di Federico Porrozzi A Jerez, per la penultima prova dell’europeo Stock 600, in realtà i “gatti” assenti sono due. Oltre al fresco campione di categoria Toprak Razgatlioglu, infortunatosi in allenamento e quindi impossibilitato a correre, sulla pista spagnola mancherà anche uno dei suoi rivali stagionali, Federico Caricasulo. UN ALTRO FORFAIT - La spalla del portacolori Honda Pata è andata ko nelle libere di ieri: oggi il ravennate, secondo in classifica generale, non ha preso parte alle qualifiche e salterà anche la gara. I “TOPI” BALLANO - Saranno pronti ad approfittarne Rinaldi, Tuuli e Tucci, ovvero i tre piloti che con Caricasulo si giocheranno qui e a Magny Cours (teatro, il 4 ottobre, dell’ultimo round stagionale) gli altri due gradini del podio assoluto. POLE POSITION AZZURRA - Il più “in palla”, al termine della sessione di qualifiche di stamattina, è sembrato Michael Ruben Rinaldi (Kawasaki – San Carlo Team Italia): il romagnolo è stato assoluto protagonista del turno, chiudendo al primo posto con 1’45”814 fatto segnare in soli 6 giri effettuati. SORPRESA BASSANI - Alle sue spalle, con cinque decimi di ritardo si è piazzato il compagno di squadra di Caricasulo, lo spagnolo Augusto Fernandez (PATA – Honda Junior Team) mentre terzo si è confermato al top l’esordiente del week-end, Axel Bassani, con un tempo quasi identico a quello di Fernandez. Il giovane pilota di Seren del Grappa, passato dal CIV e dalla Honda CBR Cup, è sembrato subito a suo agio al debutto continentale alla guida della Kawasaki dello svizzero Berclaz Racing Team. E’ GRAND’ITALIA – Dietro Bassani è un monologo azzurro, con Davide Stirpe (Kawasaki), Andrea Tucci (Kawasaki) e Massimiliano Spedale (Yamaha) a completare le prime sei posizioni. Nella top ten anche l’altro azzurro Luca Vitali, decimo. Il via della gara è previsto per le 17:50.