Moto contro auto. La sfida impossibile, che si consuma virtualmente ogni giorno, in migliaia di bar di tutto il mondo. Meglio una superbike o una supercar? Quale delle due è più emozionante? La risposta a questa domanda si trova senza dubbio in Emilia Romagna, terra di motori. Borgo Panigale, sede della Ducati. Sant’Agata Bolognese, quartier generale della Lamborghini. Imola, circuito Dino ed Enzo Ferrari; il teatro della sfida. Passo della Raticosa; il banco prova stradale. Un confronto tutto italiano, tra due aziende che nella nostra penisola hanno lasciato il cuore. Perché la mente ormai è tedesca. Il padrone di due tra i marchi più famosi del mondo si chiama Gruppo Volkswagen, che per fortuna ha conservato quell’italianità e quel carattere latino che hanno sempre contraddistinto le Ducati e le Lamborghini. 1199 Panigale R e Aventador Roadster. Fino a pochi mesi fa neppure si conoscevano, oggi fanno parte della stessa grande famiglia, una delle più ricche del Pianeta. E per potersi permettere di entrare negli universi Ducati e Lamborghini ricchi bisogna esserlo davvero: 32.790 euro, il prezzo della superbike di Borgo Panigale; 366.000 euro, il prezzo della supercar di Sant’Agata Bolognese. Optional esclusi, ovviamente... Non abbiamo pensato questo articolo per raccontarvi i dettagli sull’accelerazione, sulla velocità massima, sulla tenuta di strada e sul rapporto tra la qualità ed il prezzo. Probabilmente pochi di voi avranno la possibilità di acquistare queste meraviglie della meccanica ma molti di voi potranno leggere le righe che seguiranno, provare le nostre stesse emozioni, forti come un uragano, estraniandosi dal mondo circostante. Così, nella prossima sfida virtuale al bar, potrete dire la vostra, perché dopo questa lettura qualcuno avrà il diritto di dire: “Quella volta, ad Imola, c’ero anche io”. Il testo completo lo potete trovare su Motosprint in edicola da martedì 19 agosto