27 anni fa, il circuito dell'Estoril è stato teatro della finale della stagione SBK dove Fabrizio Pirovano, pilota in sella alla Yamaha YZF 750 R, ha conquistato la sua decima e ultima vittoria WorldSBK, sotto una pioggia battente e una molto combattuta Gara 1. Per l'occasione, una speciale moto 'Piro' Replica scenderà in pista domenica prossima per un giro di tributo.

Da Chambon a Locatelli, passando per Crutchlow: gli iridati della SSP600

YZF-R1 "PIRO REPLICA": IN PISTA CON GRAMIGNI

La Piro Replica, su base Yamaha R1 2020, è stata creata da Yamaha Motor Europe ed è impreziosita dai famosi colori bianco e rosa della #5 Yamaha YZF 750 SP, sulla quale Pirovano ha cavalcato fino alla vittoria al Circuito Estoril nel 1993. L'ex campione del mondo di Grand Prix e pilota con un passato in SBK, Alessandro Gramigni, amico personale di Fabrizio, guiderà la #5 R1 su un giro di parata prima di Gara 2.

 ASTA ON LINE PER COMBATTARE IL CANCRO

Dopo la gara, la R1 Piro Replica sarà messa all'asta online e tutto il  ricavato andrà all’ente benefico per per la ricerca sul cancro, Fondazione Oncologia Niguarda Onlus, che la famiglia Pirovano sostiene dalla scomparsa di Fabrizio. Originario di Biassono, in Lombardia, Fabrizio è stato un prolifico podio nei primi anni della SBK ed è arrivato secondo nel primo campionato del 1988 con la Yamaha. 

Con nove vittorie conquistate nella SBK, la decima e ultima vittoria arriva all'ultimo round della stagione 1993 della SBK a Estoril. Con la pista ancora umida per una doccia precedente, l'allora 33enne, che si era qualificato terzo e a metà della prima fila, è sceso nelle prime battute, ma ha lottato fino alla lotta a quattro per il comando nei giri successivi.

Yamaha YZF-R1 "Petronas": replica (dal) Mondiale