Come promesso da Yamaha, è stata battuta all'asta la replica della R1 750 SP con cui la Casa di Iwata aveva reso omaggio al compianto Fabrizio Pirovano, in occasione del ritorno del Mondiale SBK sul circuito dell’Estoril.

Riprodotta su base Yamaha R1 2020, con la famosa livrea bianca rosa e nera sfoggiata dalla Yamaha YZF 750 SP #5 con cui Pirovano vinse all'Estoril nel 1993, la “Piro” replica ha richiamato numerosi appassionati, che si sono dati battaglia a colpi di rilanci, arrivando a toccare i 27.000 euro con cui un anonimo compratore si è assicurato la speciale R1.

Asta benefica


L'importo raggiunto da questo piccolo pezzo di storia motociclistica, che è stato messo all'asta subito dopo aver completato il giro tributo con Alessandro Gramigni prima del via dell'ultima gara all'Estoril del Mondiale SBK, è stato donato alla Fondazione Oncologia Niguarda Onlus per la ricerca sul cancro, che la famiglia Pirovano sostiene dalla morte di Fabrizio.

C'era molto interesse per la R1 'Piro' Replica e siamo lieti che qualcuno abbia l'opportunità di possedere una moto così unica",  ha dichiarato Andrea Desoli, Responsabile corse su strada di Yamaha Motor Europe. "È stato un viaggio emozionante da quando è stato creato e presentato in Portogallo. Siamo inoltre orgogliosi di poter sostenere un ente di beneficenza così importante e strumentale come la Fondazione Oncologia Niguarda Onlus, è esattamente quello che avrebbe voluto Fabrizio”.

Quattro anni fa la scomparsa di Fabrizio Pirovano