Rivoluzione in Casa Polini con il nuovo motore E-P3+. Un motore innovativo e di nuova generazione, pensato per essere impiegato sulle E-bike. Studiato per cambiare le prospettive della pedalata assistita, E-P3+ offre ben cinque mappature. Ma guardiamo più nel dettaglio tutte sue le caratteristiche.

La rivoluzione Plus


Il segno “più”, ovvero “plus” sta proprio ad indicare la novità e il grande passo avanti fatto da Polini, simbolo di un attento studio e di un'analisi accurata della progettazione. Il motore E-P3+ è leggero, potente e compatto con un ingombro laterale tra i più ridotti della categoria ed eroga una coppia di 75 Nm nella versione E-P3+ (Road) e 90 Nm nel modello MX (specifico per MTB) per i clienti più esigenti.

Il suo peso è di soli 2950 gr e dispone di 5 mappature di cui 3 prestabilite e 2 interamente configurabili: tra queste la mappatura “touring” dolce e progressiva, ideale per un utilizzo quotidiano e con maggiore durata di autonomia. C'è poi la mappatura “dynamic” dal carattere sportivo, ma allo stesso tempo naturale e preciso; quella “race” senza compromessi: una vera e propria mappa da gara, per offrire il massimo delle prestazioni (set up messo a punto attraverso l’esperienza fatta nelle gare sia del Campionato World Series che del Campionato Italiano FMI). Infine, le “custom 1/custom 2”, completamente configurabili dall’utente tramite l’app per smartphone, che sarà disponibile dall'autunno 2021.

I dati tecnici


L’elettronica dell'E-P3+ è totalmente innovativa e sfrutta algoritmi di derivazione Motorsport. Il software PDC “Polini Dynamic Control” è stato sviluppato con 4 obbiettivi: precisione di erogazione della coppia di assistenza sempre in funzione dello sforzo applicato dal ciclista sui pedali, reattività nel seguire le variazioni di pedalata, riduzione del tempo di risposta da parte del motore quando si inizia a pedalare portando a zero il tempo di interruzione di spinta nel momento in cui si smette di pedalare ed infine incremento assistenza attiva fino a 120 RPM. In più, Polini offre un display TFT a colori da 2,5 pollici con adattamento automatico del colore e dell’intensità in base alla luce dell’ambiente.

Motosprint The Test di Riccardo Piergentili: Suzuki V-Strom 1050 XT ABS