TheTest: Kawasaki Ninja ZX-10R, una vera Superbike

TheTest: Kawasaki Ninja ZX-10R, una vera Superbike

ll design è inedito ma dal punto di vista tecnico, ad Akashi non hanno stravolto la moto che ha vinto sette Mondiali Superbike. Le modifiche hanno migliorato la guidabilità in pista

È molto difficile intervenire su un prodotto vincente senza intaccare il suo magico equilibrio. E se parliamo di gare, la ZX-10R è da considerarsi senza dubbio una moto vincente. I suoi detrattori sostengono che sia esclusivamente merito del pilota, Jonathan Rea, ma siamo convinti che anche la moto abbia fatto il suo. Dopotutto, i Mondiali (prima dei sei di Rea c’è stato l’alloro di Tom Sykes) si vincono se pilota, moto e team si fondono in un impasto perfetto. Il fuoriclasse, infatti, può fare ben poco senza un mezzo e un team vincenti. Ma stiamo divagando; tornando a lei, la Ninja, per il 2021 è stata aggiornata (ovviamente, ora, è omologata Euro 5) in alcuni importanti

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 15,99 € 42,00

Abbonati ora

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi