TheTest: Triumph Classic, prelibatezza inglese

TheTest: Triumph Classic, prelibatezza inglese

Aggiornamenti per l’estetica e la meccanica, abbinate all’Euro 5. Sembrano moto da passeggio ma nascondono un’insospettabile indole sportiva, che le rende estremamente divertenti, oltre che molto fascinose

18 ottobre 2021

Special, ovvero moto con il faro tondo, il design minimalista e look d’altri tempi. Una bolla passeggera, secondo alcuni, eppure molte aziende hanno cavalcato l’onda con successo: dopo essersi attrezzate, hanno prodotto moto che già di serie sembravano “speciali”. C’è un’azienda però che questo genere di moto l’ha praticamente inventato: la Triumph Bonneville esiste da una vita (1959 per essere precisi) e negli anni è stata declinata in decine di versioni e modelli, tutti diversi. Oggi, però, è arrivata la mannaia dell’Euro 5 e Triumph propone la sua gamma di classiche (T100, T120 e Street Twin), aggiornata sotto molti aspetti. A partire proprio dall’ammiraglia, l

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 15,99 € 42,00

Abbonati ora

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi