Kwidzyn (Polonia) - Il GP di Polonia Enduro valido come quarta prova del Campionato del Mondo in programma sabato 12 e domenica 13 giugno segna il giro di boa del mondiale. A neppure un centinaio di chilometri da Danzica sulla costiera del Mar Baltico, la gara si presenta con tante novità. La prima riguarda la nuova assenza del finlandese Juha Salminen (Husqvarna-BMW 450 4T) nella E2 ancora convalescente dopo la frattura al tallone del piede destro patita mentre si allenava prima della Valli Bergamasche. Il francese Johnny Aubert (KTM 250 4T) ha già visionato a piedi tra mercoledì e giovedì per tre volte tutte le tre differenti speciali e è pronto per riprendere la sfida col connazionale Antoine Meo (Husqvarna 250 4T) nella corsa al titolo della E1. Gli ulteriori esami effettuati in una clinica di Parigi dopo quelli successivi al suo clamoroso ritiro della prima giornata della Valli Bergamasche, non hanno evidenziato i temuti problemi di labirintite.

Su consiglio dei medici francesi, Aubert è stato comunque a riposo assoluto nelle ultime tre settimane, saltando anche la prova di campionato francese e l¹enduro classico della Trefle ed ha fatto solo dei leggeri allenamenti in mountain bike. L¹impressione è che Aubert sabato prenderà il via con l¹obiettivo di verificare in gara le sue condizioni. Nuovamente assenti tra gli italiani, Fabio Mossini e Fabrizio Dini. Il tracciato si articolerà su un percorso di 55 Km. caratterizzato interamente dal fondo sabbioso e passaggi tra foreste di conifere, da ripetersi quattro volte con una speciale di cross, una linea e una estrema. Tra i piloti italiani attesi a una riconferma delle proprie possibilità figurano nella E3 Simone Albergoni (KTM 300 2T), Alessandro Botturi (Husaberg 500 4T), Mirko Gritti (Beta 500 4T). Nella E2 occhi puntati su Oscar Balletti (HM-Honda 450 4T) dopo la bella prova degli Assoluti d¹Italia Arsiè e su Thomas Oldrati (KTM 250 2T).

Stesso discorso per Maurizio Micheluz (TM 250 4T) nella E1. Antoine Meo (Husqvarna 250 4T) parte coi favori del pronostico nella E1 con l¹obiettivo di allungare il proprio vantaggio nella classifica iridata. La E2 ripropone il duello tra Mika Ahola (HM-Honda 450 4T) e Ivan Cervantes (KTM 450 4T) con Rodrig Thain (TM 450 4T). La sfida della E3 sembra sempre più ristretta a David Knight (KTM 500 4T), Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T), Sebastien Guillaume (Husqvarna 300 2T) ed il nostro Simone Albergoni (KTM 300 2T).

In gara anche le donne con la Ludevine Puy super favorita dopo la vittoria di domenica alla Valli Bergamasche. Il mondiale femminile non vedrà però al via Tra la spagnola Laia Sanz (HM-Honda 250 4T) impegnata nella prova di campionato europeo trial ad Andorra. Due ultime annotazioni; venerdì sera non si disputerà la speciale prologo per problemi tecnici, mentre sabato prima della premiazione, verrà ricordato con un minuto di silenzio Augusto Taiocchi, campionissimo dell¹enduro azzurro mancato la scorsa settimana dopo una lunga malattia.
 


Dario Agrati