GP Italia, Miller: “360 km/h al Mugello? Non penso, ma mai dire mai”

GP Italia, Miller: “360 km/h al Mugello? Non penso, ma mai dire mai”©  Luca Gorini

“Ho un rapporto di amore ed odio con il Mugello, ma le migliorie alla moto penso ci aiuteranno” dice l’australiano della Ducati in conferenza stampa

26 maggio

Reduce dal secondo posto alle spalle di Bastianini a Le Mans, Jack Miller si presenta al Mugello carico per cercare di migliorare la sesta posizione ottenuta lo scorso anno. L’australiano, come l’ha definito lui stesso, ha un “rapporto di amore ed odio” con la pista toscana, avendo ottenuto come miglior risultato in gara proprio il piazzamento del 2021.

Ho un rapporto di amore ed odio con il Mugello - spiega l’australiano - l’anno scorso ho finito la gara ma non nella posizione che volevo. In questa stagione siamo stati forti dall’Argentina, abbiamo lottato tutte le gare per il podio. Siamo in ottima forma, penso che la moto abbia un passo molto costante e forte, le migliorie fatte tra la moto 2021 e la 2022 hanno iniziato a dare i loro frutti e penso che ci aiuteranno per tutto il weekend qui al Mugello nelle chicane e curve veloci.

Miller: "La moto è sempre più veloce di anno in anno"


Sono molto emozionato per questo weekend - prosegue Miller - e il fatto di avere i fan è molto importante. La pista fa già paura da sola, non so se arriveremo quest’anno ai 360 km/h ma mai dire mai. La moto è sempre più veloce di anno in anno e si migliora sempre di più, vedremo. Si parla sempre della Ducati e del rettilineo ma non siamo gli unici ad andare veloce, anche le KTM ed altre moto, non siamo gli unici ad andare veloce sul rettilineo qui.

In chiusura l'australiano commenta l'ennesimo rinvio della gara in Finlandia: “E’ un peccato, mi piace la Finlandia, spero potremo andarci presto. Ma è una cosa positiva perché posso tornare a casa per le vacanze estive.”

GP Italia, Rins: “Ben nove Ducati al Mugello, quasi tutta la Q2”

 

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi